This is default featured slide 1 title

Go to Blogger edit html and find these sentences.Now replace these sentences with your own descriptions.

This is default featured slide 2 title

Go to Blogger edit html and find these sentences.Now replace these sentences with your own descriptions.

This is default featured slide 3 title

Go to Blogger edit html and find these sentences.Now replace these sentences with your own descriptions.

This is default featured slide 4 title

Go to Blogger edit html and find these sentences.Now replace these sentences with your own descriptions.

This is default featured slide 5 title

Go to Blogger edit html and find these sentences.Now replace these sentences with your own descriptions.

mercoledì 7 gennaio 2015

LUXBRETON CGA 200/4 - Ceratrice per lastre di marmo e granito

Buongiorno a tutti e Buon 2015.
Al ritorno dalle vacanze di Natale vi voglio illustrare la ceratrice per lastre di marmo e granito LUXBRETON CGA 200/4.

La struttura e i mandrini 
La struttura di supporto è costituita da un monoblocco in acciaio elettrosaldato da fissare a terra, senza necessità di opere civili.
La trave su cui sono fissati i quattro mandrini porta- spazzola scorre sulle guide ricavate sulla struttura di supporto.
L'azionamento della trave avviene a mezzo di motoriduttore auto frenante comandato da inverter.
I quattro mandrini porta spazzola sono costituiti da una robusta cassa in ghisa di nuovo disegno al cui interno scorre l’albero di rotazione opportunamente lubrificato, che viene sollevato/abbassato a mezzo di una coppia di pistoni con stelo costantemente protetto. In comoda posizione sul fronte di ogni mandrini sono centralizzati i punti di ingrassaggio. 

La lettura del profilo delle lastre
In entrata della macchina è posizionato il lettore del profilo delle lastre a barriera fotoelettrica, per la regolazione in automatico della corsa di lavoro della trave e per il sollevamento/abbassamento automatico dei mandrini. 


Consolle di comando
La consolle di comando è fissata ad un braccio pensile mobile ergonomico, e comprende un display grafico touch-screen da 5,7" a colori con pulsantiera, per la gestione e programmazione della macchina. 


Il dosaggio della cera
Il preciso sistema di dosaggio della cera unitamente all’efficiente software di programmazione consente di minimizzare il consumo di cera. L’elettrovalvola distributrice della cera è montata direttamente sull’asse mandrino, riducendo notevolmente il percorso della cera, onde garantire una elevata precisione di dosaggio. 


Un efficace ciclo di ceratura
La macchina è dotata di tre serbatoi di contenimento della cera posizionati frontalmente e facilmente ispezionabili.
I cicli di spruzzatura della cera e la posizione di spruzzatura della cera sono coordinati con la posizione delle singole spazzole onde garantire la perfetta ceratura in ogni punto della lastra.
Ogni mandrino è dotato di spazzola con setole di diversa consistenza, diverso diametro e di velocità di rotazione diversa, in modo da svolgere efficacemente la funzione di spargitura e perfetta lucidatura della cera.
Ad intervalli programmati si attiva automaticamente il lavaggio del condotto di adduzione della cera mediante soffio d’aria per espellere la cera residua presente nel condotto.
I successivi 3 mandrini lucidano perfettamente la cera applicata alla lastra dal primo mandrino ceratore.


Alcuni dati tecnici
Richiedete ORA qualsiasi informazione o richiesta di prezzo sulla ceratrice per lastre LUXBRETON scrivendo a mail@breton.it, vi risponderemo in pochi minuti.
E' tutto per oggi, grazie per l'attenzione.
A presto.
Bye-bye
Sergio Prior


giovedì 25 dicembre 2014

Auguri da Breton

A presto
Bye-bye
Sergio Prior

giovedì 4 dicembre 2014

La nuova multifilo Breton PARAGON ha iniziato a tagliare.

Ciao a tutti,
lunedì 1 Dicembre sono stato da BIG Graniti, una bella azienda di Rivoli Veronese (VR) che taglia e lucida granito contoterzi.

C'è stata l'inaugurazione della Breton PARAGON, la prima macchina multifilo di nuova generazione, interamente progettata e costruita in Breton, per il taglio dei blocchi di granito.

Qui sotto trovate le foto e un breve video della PARAGON in lavoro, mentre se cliccate qui troverete tutte le caratteristiche della nuova multifilo Breton






Perchè non chiedere ora un preventivo per la nuova multifilo PARAGON?
Scrivete subito mail@breton.it.

Grazie per l'attenzione.
E' tutto per oggi, a presto.
Bye-bye
Sergio Prior

venerdì 21 novembre 2014

SAVEMA sceglie Breton

Savema, un’istituzione a Carrara, conosciutissima e stimata nel mondo nel settore dell’architettura e dei materiali lapidei.
Breton, la più grande azienda al mondo dedicata alla costruzione di macchine ed impianti per la lavorazione della pietra.
Luigi Piacentini di SAVEMA e Dario Toncelli di BRETON
Dopo molti anni, le società Savema e Breton riprendono la collaborazione. I proprietari delle due società hanno recentemente firmato un contratto per la fornitura di una macchina innovativa, di grande contenuto tecnologico, la  Breton Fuego Multiaxis, modellatrice e sagomatrice a filo diamantato ad 8 assi.
 
Savema fu fondata nel 1975 per volere delle famiglie Piacentini e Volterrani e diventò ben presto una delle aziende leader a livello internazionale per la produzione e la vendita di marmo, granito e pietre ornamentali.

Savema è specializzata nei lavori architettonici in pietra (per esterni ed interni) destinati ai grandi progetti, in tutto il mondo, inclusi quelli ad alto contenuto artistico, oltre che nella commercializzazione di lastre di marmo, granito, onici, travertini e pietre destinate al mercato dei grossisti e degli importatori internazionali.

Breton FUEGO multiaxis
Questa macchina moderna andrà ad aggiungersi alle 3 sagomatrici a filo Bidese che già lavorano da anni in Savema con sua grande soddisfazione. E per chi non lo sapesse, nel 2011 Breton acquisì da Bidese il ramo d’azienda dedicato alla fabbricazione delle macchine a filo diamantato.
 
Il parco macchine di Savema si completerà dunque con una multiassi a filo diamantato estremamente performante, che applica le nuove tecniche di programmazione e dei controlli numerici, e che fa dell’innovazione il suo punto di forza, e che consentirà all’azienda l’agevole realizzazione di manufatti in materiali lapidei di grande pregio e complicazione.

Savema vista dall'alto

Savema deve rispondere giornalmente alle esigenze di un mercato dell’architettura sempre più esigente – commenta Dario Toncelli, titolare con il fratello della
Breton, nella foto con il titolare della Savema Luigi Piacentini I nostri 30 anni di esperienza nell’impiego dei controlli numerici ci hanno consentito di realizzare una macchina per il taglio di blocchi e masselli innovativa e tecnologica, ideale per la realizzazione di colonne cilindriche/coniche, gusci per il rivestimento di colonne, sagome per l'arredamento e pezzi particolarmente complessi, praticamente irrealizzabili fino ad ora”.
 
Breton Fuego Multiaxis affronta con facilità anche le lavorazioni che necessitano di 4 assi (asse verticale “Z”, angolo di inclinazione del filo, spostamento lineare del carro portablocco e rotazione del carro portablocco),  con grande precisione e facilità grazie ai suoi 8 assi interpolati a cui si aggiungono i 2 assi a posizionamento motorizzato.
 
Breton vista dal drone
Con le soluzioni tecniche adottate per la Breton Fuego Multiaxis si è superata anche una delle maggiori criticità di questo tipo macchine, quella relativa all’inclinazione del filo diamantato, che usualmente costringe a scendere molto al di sotto del livello del terreno per poter raggiungere angoli importanti di inclinazione. 

Breton ha risolto in modo geniale questo problema collocando su ciascuna colonna un carrello con 2 pulegge da 1000 mm  di diametro, e facendo muovere i due carrelli uno indipendentemente dall’altro. In questo modo la Breton  Fuego Multiaxis è capace di raggiungere angoli importanti di inclinazione del filo scendendo sotto il livello del terreno di solamente 30 cm.  


Se ti interessa conoscere il prezzo della Fuego Multiaxis, scrivi subito a mail@breton.it. Ti risponderemo in giornata.
Grazie per l'attenzione.
A presto.
Bye-bye
Sergio Prior

giovedì 13 novembre 2014

Oltre alle Levibreton c’è di più!

Per chi lucida lastre di marmo e granito è in atto una rivoluzione. Alle lucidatrici, che hanno decretato il successo di Breton - e dei clienti nel mondo che le hanno acquistate - abbiamo aggiunto 4 innovazioni al suo parco macchine.  

4 attrezzature che vanno a completare le linee di lucidatura delle lastre fornendo numerosi benefici dettati in primis dall’applicazione di questi nuovi sistemi tecnologici.
Dunque oltre alle Levibreton c’è di più: 
- lo Shine Master
- la Ceratrice CG200/4
- l’Imageplus
- l’APP, Applicatore Punti Polimero

Shine Master
è l’ultima invenzione di Breton, un dispositivo che misura automaticamente il grado di lucentezza della superficie delle lastre, fornendo una quantificazione precisa visualizzata sul display in dotazione con la macchina. 

Lo Shine Master, installato proprio in uscita dalla lucidatrice, grazie al suo sistema a riflessione fornisce un controllo qualitativo sulle lastre in uscita dalla linea, così se la lucentezza non è quella prevista - un allarme avvisa tempestivamente l' operatore. 

Ceratrice CG200/4
per una finitura perfetta dei lavorati di marmo e granito, dopo il lavoro della Levibreton, risulta decisivo il ruolo della ceratrice, dotata in entrata di un lettore lastra a barriera fotoelettrica, per la regolazione in automatico della corsa di lavoro della trave e per il sollevamento/abbassamento automatico dei mandrini.

La ceratrice CG200/4, con la sua struttura molto rigida e al contempo facilmente accessibile da parte degli operatori, è dotata di 3 serbatoi per la cera in acciaio inox con grossa capacità (3,5 lt.), riempibili con cere diverse, e dotati di indicatori di livello.

Proprio la grande capacità regala una lunga autonomia di lavoro. Mentre l’utilizzo e la regolazione della ceratrice è semplicissimo: per l' operatore è sufficiente regolare la larghezza delle lastre in lavoro e i timer che determinano il dosaggio della cera; e il gioco è fatto!  

Imageplus
individuare le lastre necessarie per un progetto, estrarle con un carroponte, mostrarle ai clienti, riposizionarle: da oggi tutto ciò avviene con un clic. O meglio, con Imageplus, il sistema per l’acquisizione delle foto in altissima risoluzione delle lastre di pietra naturale e composita, della loro archiviazione, codifica ed etichettatura, completamente made in Breton

L’Imageplus grazie ad una telecamera ad alta risoluzione e a un illuminatore a led per garantire i colori reali del materiale, scatta foto visualizzabili all’istante e le archivia in un database, dove sono disponibili anche ulteriori informazioni associate alla lastra. 

Come il materiale, il colore, lo spessore, le dimensioni reali e quelle “commerciali”, definite secondo parametri prescelti. 

APP (Applicatore Punti Polimero): 
prima dello scarico automatico delle lastre, Breton ha pensato ad un dispositivo che deponesse sulla superficie lucida della lastra dei punti o tratti di polimero termoplastico.

Perché? Per proteggere la faccia lucida delle lastre quando sono stoccate e movimentate a “pacco” nelle linee. 
Qualche piccolo residuo della lavorazione, un semplice granello di marmo o granito, potrebbe graffiare e rovinare la lastra. 
Con questo applicatore automatico realizzato da Breton questo rischio non c’è più: rappresenta la più valida alternativa al tradizionale film in polietilene, ma senza problemi e costi di smaltimento. 

La linea di fine lucidatura è così completata. Breton punta ancora sulla tecnologia e l’innovazione nel mondo del marmo e del granito, come recita il suo stesso slogan: Driven by Innovation

Per qualsiasi informazione o richiesta di prezzo scrivete a mail@breton.it, vi risponderemo in pochi minuti.

Ah, dimenticavo,
Se volete incrementare il vostro business perchè non pubblicizzare le vostre belle lastre di marmo o granito su Internet ? 
Cliccate qui per ulteriori istruzioni >>

A presto,
Bye-bye
Sergio Prior

Potresti essere anche interessato a: